Perugia-Assisi 2016 comunicato di retedellapce

COMUNICATO

“Sentiamo tutti quanti la necessita’ di dare una risposta forte contro tutte le crisi che ci sono”. Lo ha affermato Sergio Bassoli, della Rete della Pace, nel corso della conferenza stampa di presentazione della Marcia della pace Perugia-Assisi, che si terra’ il 9 ottobre. L’incontro si e’ svolto questa mattina nella sede della Fnsi, con padroni di casa il segretario Raffaele Lorusso e il presidente Beppe Giulietti.   “Il Movimento per la pace non e’ solo capace di dire no, anzi. Vogliamo che sia chiaro – ha spiegato Bassoli – che la marcia delle pace non e’ un semplice rituale ma si inserisce in un percorso fatto di tante tappe. Un percorso di tante voci e di tanti colori, problematiche da assumere con politiche coerenti e un calendario ricco di iniziative da costruire insieme. Da domani saremo impegnati da Lampedusa al Brennero per fare una grande marcia. “
Alla Conferenza tra gli altri hanno partecipato Alex Zanotelli,  don Luigi Ciotti, Flavio Lotti (Tavola della Pace), Andrea Ferrari (Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace ed iDiritti Umani), Maurizio Simoncelli (Archivio Disarmo), Franco Uda (Arci)  ribadendo l’importanza dell’unità e l’urgenza di una ampia mobilitazione. Zanotelli ha proposto che tra gli obiettivi della Marcia vi sia la richiesta, ed una iniziativa specifica, per il rispetto della Legge 195/90 che proibisce la vendita di armi ai paesi in guerra, ma che è oramai sistematicamente violata,  nel silenzio più assoluto. Per Ciotti, è importante che oltre al coinvolgimento dal basso, vi sia un coinvolgimento “da dentro”, dalla coscienza e dalla assunzione di responsabilità delle persone perché il cambaimento o è di tutti o non se ne esce ! Per tutti i presenti, il ruolo e l’atteggiamento dei media è centrale, ed il presidente della FNSI Beppe Giulietti, ha ribadito l’impegno della Federazione della Stampa, a favorire spazio ed a offrire opportunità di informazione alle voci della pace e della nonviolenza.
I prossimi passi saranno di carattere organizzativo:

dobbiamo iniziare a promuovere le adesioni tra le nostre associazioni, senza forzature e nel massimo rispetto delle scelte di ognuno,  in Europa e nelle regioni del Nord Africa, medio Oriente ed Africa Sub Sahariana, tra i nostri tanti contatti e partners affinché  l’appello per la Marcia sia condiviso da un ampio schieramento internazionale.

Dobbiamo costruire il nostro calendario delle tante tappe di avvicinamento alla Marcia, per riempire la Marcia di contenuti, di esperienze e di proposte, valorizzando ciòche giàstiamo facendo. Per questo, invitiamo tutte le associazioni, gruppi, circoli, scuole a segnalarci le iniziative che intendono organizzare da qua ad ottobre, per far ocnoscere e far partecipare, per trasmettere idee e proposte di pace.  (Il Calendario delle iniziative sarà disponibile già a partire dalla prossima settimana e sarà aggiornato periodicamente sul sito).

Dobbiamo organizzare la partecipazione alla Marcia, dando vita a coordinamenti locali tra le diverse associazioni, sindacati, gruppi, circoli, favorendo la partecipazione delle comunità di immigrati e di profughi, affinché sia la Marcia di più voci e di più colori, insieme, come risposta a chi ci vuole separati da muri e da filo spinato !
Abbiamo preso un impegno, contiamo con la partecipazione e con la collaborazione di tutte e di tutti.

Il Coordinamento Nazionale della Rete della Pace

per adesioni scrivere: segreteria@retedellapace.it