Solidarietà coi prigionieri politici palestinesi

La Rete della Pace aderisce alle iniziative di solidarietà con lo sciopero della fame proclamato il 17 aprile scorso da 1500 prigionieri politici palestinesi che rivendicano assistenza sanitaria, la possibilità di avere le visite dei propri familiari, di non essere oggetto di trasferimenti in luoghi irraggiungibili e di detenzioni amministrative prolungate ed illegali. Una protesta per esigere condizioni di detenzione rispettose dei diritti umani fondamentali che debbono essere assicurati in ogni condizione, per ogni uomo e per ogni donna.

Una protesta questa che rimette in primo piano l’urgenza di una soluzione politica e negoziata del conflitto Israelo-Plaestinese con il coinvolgimento di tutta la comunità internazionale e con il protagonismo delle due comunità quella palestiense e quella israeliana, che abbia al centro il pieno rispetto dei diritti umani e le convenzioni e gli accordi internazionali.

Per informazioni sulla campagna:

http://www.assopacepalestina.org/2017/05/ecco-alcuni-fatti-sugli-scioperi-della-fame-dei-prigionieri-palestinesi/