Forma associativa

LA FORMA ASSOCIATIVA

Soci
Possono aderire a Rete della Pace, in qualità di soci:

  • Associazioni, Sindacati, Reti, Coordinamenti che operano a livello nazionale, sia direttamente che attraverso una sede nazionale e articolazioni territoriali nelle Regioni e Province italiane;
  • Associazioni, Sindacati, Coordinamenti, Comitati, reti, Forum, gruppi informali operanti a livello territoriale;

Diritti ed obblighi dei soci
Tutti i soci hanno diritto a partecipare alle Assemblee.
I soci collettivi costituiscono elettorato attivo e passivo in fase di elezione degli organi di rappresentanza della Rete.

Nelle Assemblee ogni socio collettivo ha diritto ad un voto.
Ogni socio per esercitare il suo diritto deve essere in regola con le quote associative approvate dall’Assemblea.
Tutti i soci hanno l’obbligo di rispettare le risoluzioni prese dagli Organi rappresentativi, pena la decadenza.

Partecipazione
La rete promuove a tutti i livelli la partecipazione e il coinvolgimento nelle sue attività e iniziative, nella sua vita associativa, di singole persone, di associazioni, comitati, realtà informali, che pur non essendo socie, si riconoscono nelle finalità della rete e/o a essa vogliono riferirirsi anche per specifiche attività. Di esse verrà costituito apposito albo per garantire continuità di informazione e possibilità reale di partecipazione.

Organi

Sono Organi della Rete:

  • l’Assemblea dei soci;
  • il Comitato di Coordinamento;
  • La Segreteria.

L’Assemblea dei soci
L’Assemblea è costituita da tutti i soci.
E’ l’organo sovrano di indirizzo generale della Rete.
Vi partecipano rappresentanti dei soci, delegati con mandato scritto.
L’Assemblea opera prioritariamente per la ricerca del consenso e, se del caso, adotta le decisioni col metodo della maggioranza semplice dei soci presenti, salvo la necessità di maggioranze qualificate, come di seguito specificato.
L’Assemblea si riunisce di norma, in via ordinaria, 1 volta l’anno ed è convocata dal Comitato di Coordinamento.
L’Assemblea è convocata in via straordinaria ogni qual volta il Comitato di Coordinamento ne ravvisi la necessità, o quando 1/5 dei soci ne faccia richiesta scritta.
La convocazione, sia per l’Assemblea ordinaria che per quella straordinaria, va effettuata attraverso la pubblicazione sul sito internet della Rete almeno 15 giorni prima della data stabilita. Essa deve essere inviata a tutti i soci attraverso posta ordinaria o con almeno uno dei possibili mezzi di comunicazione personale disponibili.
L’Assemblea ordinaria è regolarmente costituita, in prima convocazione, con la presenza della metà più uno dei soci; in seconda convocazione con la presenza di almeno il 20% dei soci.
L’Assemblea straordinaria è valida, in prima convocazione, con la presenza di ¾ dei soci; in seconda convocazione, con la presenza di metà più uno dei soci; in terza convocazione con la presenza di almeno il 20% dei soci.
In seconda convocazione, l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, può essere convocata nello stesso giorno della prima, purchè a distanza di almeno un’ora.
L’Assemblea straordinaria, in terza convocazione, deve essere convocata in un giorno diverso dalla prima e dalla seconda convocazione.
Le delibere devono essere rese pubbliche attraverso il sito internet o uno dei mezzi precedentemente indicati con la pubblicazione del relativo verbale.

Compiti dell’Assemblea ordinaria
Sono compiti dell’Assemblea:

  • definire le linee di indirizzo e la programmazione delle attività e le relative verifiche;
  • eleggere, ogni due anni, il Comitato di Coordinamento, stabilendone il numero dei componenti;
  • ratificare su proposta del Comitato di Coordinamento l’ammissione di nuovi soci e le eventuali decadenze o esclusioni;
  • approvare con cadenza annuale il documento economico di previsione e il rendiconto economico;
  • fissare l’eventuale quota di partecipazione annuale, unica o differenziata a seconda della natura dei soci.

Compiti dell’Assemblea straordinaria
Sono compiti esclusivi dell’Assemblea straordinaria:

  • la revoca del Comitato di Coordinamento con la maggioranza qualificata dei 2/3 dei soci;
  • l’ampliamento o la riduzione del numero dei componenti il Comitato di Coordinamento nel corso del mandato biennale;
  • lo scioglimento della Rete;
  • la variazione dello status e della natura giuridica della Rete.

Il Comitato di Coordinamento
E’ composto da un minimo di 12 componenti ad un massimo di 40, eletti ogni 2 anni, rieleggibili per il secondo mandato, garantendo la rappresentanza delle diverse tipologie di soci.
In caso di necessità, esso provvede alla sostituzione ed al reintegro di uno o più dei suoi componenti, fino ad un massimo di ¼ in sostituzione ed ¼ in cooptazione.
Si riunisce di norma 4 volte l’anno; esso è validamente costituito con la presenza di almeno 1/3 dei suoi componenti.
Esso ha un ruolo di servizio e di informazione nei confronti dei soci e dei soggetti che alla Rete guardano e fanno riferimento. Ha inoltre il dovere di coinvolgerli, di promuovere la loro partecipazione, di fornire loro materiali, informazioni e strumenti utili per le loro attività.

Compiti del Comitato di Coordinamento
Il Comitato di Coordinamento:

  • definisce strategie, iniziative, relazioni, alleanze e risorse necessarie alla realizzazione delle linee di indirizzo e del programma annuale definiti dall’Assemblea dei soci;
  • convoca l’Assemblea e ne determina la sede, la data, l’orario di prima e seconda convocazione e l’ordine del giorno;
  • elegge, all’inizio del suo mandato, da 5 a 9 membri della Segreteria;
  • nomina i suoi rappresentanti all’interno della Tavola della Pace, rispettando criteri di genere, di presenza delle diverse realtà associative e territoriali;
  • riceve e valuta le richieste di ammissione di nuovi soci e propone le eventuali decadenze o esclusioni, da sottoporre per la ratifica all’Assemblea;
  • elabora il documento economico di previsione e il rendiconto economico consuntivo da sottoporre all’Assemblea.

La Segreteria
E’ l’organo amministrativo ed esecutivo della Rete.
E’ composta da un minimo di 5 ad un massimo di 9 membri eletti o nominati dal Comitato di Coordinamento, tra i quali può nominare due o tre portavoce (con diversità di genere).

Compiti della Segreteria
La Segreteria:

  • convoca il Comitato di Coordinamento e ne determina data, sede, ora di prima e seconda convocazione e l’ordine del giorno;
  • cura l’ordinaria amministrazione;
  • attua le decisioni del Comitato di Coordinamento;
  • cura i rapporti con i soci, con le altre Reti e con le proprie articolazioni territoriali già costituite;
  • promuove la costituzione di nuovi comitati locali della rete;
  • cura la regolare tenuta della contabilità e i relativi documenti;
  • predispone la proposta di documento economico di previsione e di rendiconto economico consuntivo e le relative relazioni illustrative;
  • cura l’esecuzione delle deliberazioni degli Organi, redige i verbali delle riunioni, attende alla corrispondenza;
  • stipula accordi e convenzioni con enti terzi;
  • incarica e delega più associazioni socie, promuove Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) tra i soci,  per la gestione di fondi, progetti, servizi, su mandato esplicito del Comitato di coordinamento, cui risponde e rende conto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 + sei =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>