Assemblea 2016: materiali da archivio disarmo

La cooperazione bilaterale dell’Italia nell’ambito della difesa di Maria Carla Pasquarelli http://www.archiviodisarmo.it/index.php/it/2013-05-08-17-44-50/sistema-informativo-a-schede-sis/sistema-a-schede/finish/275/4119
L’accordo di cooperazione italo-somalo nel campo della difesa e la questione dei bambini soldato di Maria Carla Pasquarelli http://www.archiviodisarmo.it/index.php/it/2013-05-08-17-44-50/sistema-informativo-a-schede-sis/sistema-a-schede/finish/275/4096

monitoraggi: link utili (Daesh, Kurdistan, Libia)

MONITORAGGIO – INFORMAZIONI
Politiche di pace
(elaborazione Francesco Martone – un Ponte Per..)

link per favorire una maggiore informazione su alcune tematiche che stiamo seguendo (Daesh – Kurdistan iracheno – Libia)

a. visita imminente del segretario alla difesa USA Carter a Parigi  (prossima settimana) per discutere con controparti alleate, inclusa l’Italia  riguardo agli impegni militari contro DAESH

http://link.foreignpolicy.com/view/525443f1c16bcfa46f7363f43ipif.2lwx/6a5f3a3c

Lo stesso Ash Carter di recente si è espresso sulla campagna per la riconquista di Mosul

http://www.theguardian.com/world/2016/jan/13/us-defense-secretary-ashton-carter-isis-raqqa-mosul-iraq-syria

http://www.cbsnews.com/news/pentagon-isis-plan-mosul-raqqa-ash-carter/

mentre gli americani hanno fatto una valutazione dei danni della diga. E’ possibile che Carter parlerà con il governo italiano anche di questo e non solo.

b. Incontro tra ambasciatore italiano Carnelos e il presidente del kurdistan irakeno Barzani nel quale Carnelos conferma intenzione del governo italiano di aumentare il numero di militari italiani di stanza ad Erbil per addestramento polizia e peshmerga

richiesta esplicita di Barzani all’Italia per supporto militare: Barzani si è incontrato questa settimana con l’ambasciatore Carnelos:

http://www.kurdistan24.net/en/news/3168f256-2f21-4ce0-a597-6a06ab9f4a22/Masrour-Barzani-requests-international-support

e Carnelos comunica a Barzani che: “The Italian Ambassador concluded that Italy decided to increase the number of their military advisors in the Kurdistan Region in the coming weeks and months.”

http://www.kurdistan24.net/en/news/435ad4dc-6b60-4b1d-8592-557cc1b20ca0/Italy-expands-military-training-in-Kurdistan

c. un utile aggiornamento sulla situazione in Libia ed il crescente rischio di intervento militare internazionale.

https://news.vice.com/it/article/libia-italia-guerra-stato-islamico

d. l’intervista a Marti Kobler inviato ONU per la LIbia ieri su Repubblica nella quale annuncia una conferenza a Roma sulla situazione umanitaria in Libia:

http://www.repubblica.it/esteri/2016/01/14/news/martin_kobler_l_is_si_allarga_sempre_di_piu_va_battuto_militarmente_ma_prima_serve_un_esecutivo_-131251094/

Attentato a Tunisi – comunicato del Forum sociale mondiale

In seguito al vile attacco terroristico avvenuto oggi a mezzogiorno (mercoledì 18/3/2015) al Museo del Bardo adiacente alla sede dell’Assemblea
dei rappresentanti del popolo, il comitato d’organizzazione del Foro Sociale Mondiale Tunisi 2015 dichiara che il Foro e l’insieme delle attività
saranno mantenute.  Continue reading

Siria: la soluzione politica, pacifica e nonviolenta è possibile.

Siria: la soluzione politica, pacifica e nonviolenta è possibile. 

Il 15 marzo 2011 è considerata la data d’inizio della ribellione della popolazione siriana contro il regime di Bashar Assad, a seguito dell’arresto di alcuni studenti nella piccola città di Dara’a nel sud della Siria che,  uscendo da scuola, scrissero su un muro “il popolo vuole la caduta del regime”. Il loro arresto fu la scintilla che animò la rivolta. Giovani, uomini e donne che come in altri  Continue reading

Siria, dalla rivoluzione alla guerra civile

Piattaforma passo di pace:

SIRIA, DALLA RIVOLUZIONE ALLA GUERRA CIVILE

Dopo oltre 40 anni di una rigida dittatura militare e familistica gestita dal clan degli Assad, nel marzo del 2011 la Siria è stata investita dall’ondata rivoluzionaria che ha attraversato il Medio Oriente ed il Nord Africa.
La rivolta ha visto per i primi 8 mesi scendere in piazza  Continue reading

Adesione alla giornata di mobilitazione “save Kobane”

La Rete della pace aderisce alla giornata internazionale di mobilitazione  “save Kobane” per la difesa della popolazione e delle città della provincia di Rojava dall’assedio dell’Isis, indetta per il prossimo 1 novembre alle ore 14:00 che vedrà iniziative in tante città europee.

Nell’occasione La Rete della Pace ribadisce:  Continue reading