Appello al Parlamento: non bombe italiane per crimini di guerra in Yemen

 

Amnesty International Italia – Fondazione Finanza Etica – Movimento dei Focolari – Oxfam Italia – Rete della Pace – Rete Italiana per il Disarmo – 27 luglio 2017

Bombe italiane all’Arabia Saudita per compiere crimini di guerra in Yemen: il Parlamento non resti indifferente ma voti con responsabilità

Alla vigilia della discussione finale, con voto, delle mozioni presentate alla Camera dei Deputati  Continue reading

Fondazione Banca etica: Leonardo rispetti la 185/90

Fondazione Banca Etica azionista critico all’assemblea di Leonardo-Finmeccanica.

“Dividendi pagati con i cacciabombardieri al Kuwait? Leonardo rispetti la legge 185/90!”

Roma, 16 maggio 2017

 La Fondazione Finanza Etica (FFE) partecipa oggi per la seconda volta all’assemblea degli azionisti di Leonardo-Finmeccanica, il principale produttore italiano di armamenti il cui maggiore azionista è il Ministero del Tesoro italiano con il 30,2%. «Interverremo come azionisti critici con il sostegno del movimento pacifista Rete Italiana per il Disarmo di cui siamo soci fondatori», spiega Andrea Baranes, presidente di FFE, fondata nel 2003 da Banca Etica. L’intervento della Fondazione criticherà il progressivo sbilanciamento del Gruppo Leonardo verso la produzione militare e la controversa commessa da 7,95 miliardi di euro per la fornitura di 28 cacciabombardieri Eurofighter Typhoon al Ministero della Difesa del Kuwait. «Riteniamo che la strategia di sviluppo di Leonardo sia in chiaro contrasto con la legge 185/90 sul controllo dell’esportazione di armamenti», dichiara Francesco Vignarca, coordinatore di Rete Disarmo. «Invece di convertire a fini civili la produzione, come previsto dall’articolo 1 della legge, Leonardo sembra essersi ormai assestata su un mix di produzione ampiamente sbilanciato sul settore militare da cui, nel 2016, ha ricavato il 64% del fatturato totale».

La commessa del governo del Kuwait ha fatto crescere gli ordini di Leonardo del 61,3% rispetto al 2015. Grazie all’incasso del primo anticipo sulla commessa, il comparto aeronautico del Gruppo ha chiuso in positivo (+0,4%) mentre tutti gli altri comparti sono scesi rispetto al 2015.

«Leonardo torna a pagare un dividendo sulle azioni dopo sei anni ed è singolare che lo faccia in corrispondenza di un ordine record dal Kuwait, un Paese coinvolto insieme all’Arabia Saudita nella guerra contro lo Yemen, che non ha alcuna legittimazione dal punto di vista del diritto internazionale e ha generato oltre 10.000 morti tra i civili e ucciso oltre 1.000 bambini nei raid aerei», continua Vignarca. «Lo stesso articolo 1 della legge 185/90 vieta esplicitamente l’esportazione di armamenti verso Paesi in conflitto armato. Un articolo che il Governo, come maggiore azionista di Leonardo e la stessa società sembrano ignorare».

L’assemblea di Leonardo si tiene a Roma presso l’Accademia Nazionale dei Lincei.
________________________________________

Fondazione Finanza Etica.

La Fondazione Finanza Etica è stata creata a Padova nel 2003. Fa parte del Sistema Banca Etica (www.bancaetica.it) e ha come obiettivo la promozione di reti di nuove economie sostenibili e di una nuova cultura economica e finanziaria al servizio della società e dell’ambiente.

Nel 2007 FFE ha acquistato un numero simbolico di azioni di Enel ed Eni per «portare la voce della società civile e dei movimenti del Sud del mondo nelle assemblee delle più importanti società italiane» e per «promuovere il ruolo dei piccoli azionisti e il loro contributo alla vita dell’impresa». Nel 2016 sono state acquistate anche tre azioni di Leonardo-Finmeccanica. Le iniziative di azionariato critico della Fondazione sono sostenute da Re:Common e Rete Disarmo. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.fcre.it.

 Rete Disarmo

La Rete Italiana per il Disarmo è̀ un organismo nazionale di coordinamento sulle tematiche della spesa militare e del controllo degli armamenti. Fondata nel 2004 è composta da: ACLI – Archivio Disarmo – ARCI – ARCI Servizio Civile – Associazione Obiettori Nonviolenti – Associazione Papa Giovanni XXIII – Associazione per la Pace – Beati i costruttori di Pace – Campagna Italiana contro le Mine – Centro Studi Difesa Civile – Conferenza degli Istituti Missionari in Italia – Coordinamento Comasco per la Pace – FIM-Cisl – FIOM-Cgil – Fondazione Culturale Responsabilità Etica – Gruppo Abele – Libera – Movimento Internazionale della Riconciliazione – Movimento Nonviolento – OPAL – OSCAR Ires Toscana – Pax Christi – PeaceLink – Un ponte per… Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.disarmo.org.

 

Basta armi italiane a regimi repressivi e in conflitti: il Parlamento assuma proprie responsabilità

Comunicato stampa di rete disarmo

Basta armi italiane a regimi repressivi e in conflitti: il Parlamento assuma proprie responsabilità

Bombe e accordi militari italiani continuano a favorire regimi autoritari e conflitti, mentre la trasparenza è sempre più compromessa. Una situazione inaccettabile: Rete  Continue reading

le armi italiane nel mondo

13 luglio 2016 – ore 11.00 – 17.00

Fondazione Lelio Basso – Via della Dogana Vecchia 5 ROMA

14 luglio 2016 
Confronto con i Parlamentari
Le armi Italiane nel mondo: destinazioni pericolose e poca trasparenza
Giornate di approfondimento e formazione sul commercio di armi e sugli intrecci con il mondo finanziario. Il business delle armi è un problema per la costruzione di pace e diritti umani nel mondo, la società civile deve ritornare ad agire per maggiore trasparenza e applicazione rigorosa della Legge 185/90 e del Trattato Internazionale sugli armamenti
Controllo dell’export militare, regole sui trasferimenti di armamenti, rispetto dei diritti umani in Paesi autoritari destinatari di armamenti, Trattato sul commercio di armi, definanziamento della produzione e commercio bellici: a che punto siamo? Come riportare il tema delle armi all’attenzione dell’opinione pubblica? E’ possibile rilanciare il tema del rispetto della 185/90 nel nostro paese?
Ne discuteremo insieme approfondendo i vari aspetti con esperti e con l’aiuto di documentazione sviluppata appositamente per questa due giorni che vedrà una prima giornata dedicata agli operatori ed aderenti delle organizzazioni della società civile impegnate sui temi della Pace, del disarmo, del controllo degli armamenti e del rispetto dei diritti umani. Con attenzione specifica alle dinamiche finanziarie legate a questo mondo.
Durante la seconda giornata i rappresentanti delle organizzazioni della società civile si confronteranno su questi temi direttamente con rappresentanti Parlamentari.
Iniziativa promossa da Fondazione Culturale Responsabilità Etica in collaborazione con Rete Italiana per il Disarmo
adesione: retedellapace

Fondazione Banca Etica azionista critico all’assemblea di Finmeccanica

Fondazione Banca Etica azionista critico all’assemblea di Finmeccanica

Comunicato di rete disarmo – 28.04.16

L’intervento sulla base di una richiesta di Rete Disarmo: “Si torni a puntare sulla produzione civile: rende di più del militare e rispetta la legge 185/90”  Continue reading