le armi italiane nel mondo

13 luglio 2016 – ore 11.00 – 17.00

Fondazione Lelio Basso – Via della Dogana Vecchia 5 ROMA

14 luglio 2016 
Confronto con i Parlamentari
Le armi Italiane nel mondo: destinazioni pericolose e poca trasparenza
Giornate di approfondimento e formazione sul commercio di armi e sugli intrecci con il mondo finanziario. Il business delle armi è un problema per la costruzione di pace e diritti umani nel mondo, la società civile deve ritornare ad agire per maggiore trasparenza e applicazione rigorosa della Legge 185/90 e del Trattato Internazionale sugli armamenti
Controllo dell’export militare, regole sui trasferimenti di armamenti, rispetto dei diritti umani in Paesi autoritari destinatari di armamenti, Trattato sul commercio di armi, definanziamento della produzione e commercio bellici: a che punto siamo? Come riportare il tema delle armi all’attenzione dell’opinione pubblica? E’ possibile rilanciare il tema del rispetto della 185/90 nel nostro paese?
Ne discuteremo insieme approfondendo i vari aspetti con esperti e con l’aiuto di documentazione sviluppata appositamente per questa due giorni che vedrà una prima giornata dedicata agli operatori ed aderenti delle organizzazioni della società civile impegnate sui temi della Pace, del disarmo, del controllo degli armamenti e del rispetto dei diritti umani. Con attenzione specifica alle dinamiche finanziarie legate a questo mondo.
Durante la seconda giornata i rappresentanti delle organizzazioni della società civile si confronteranno su questi temi direttamente con rappresentanti Parlamentari.
Iniziativa promossa da Fondazione Culturale Responsabilità Etica in collaborazione con Rete Italiana per il Disarmo
adesione: retedellapace

Privacy Policy // retedellapace.it