Perchè una Piattaforma per la Pace in Siria ed in Medio Oriente ?

Perchè una Piattaforma per la Pace in Siria ed in Medio Oriente ?

Questa iniziativa nasce dalla riflessione e da una discussione molto partecipata, realizzatasi nella sede di Arci Nazionale il 18 ottobre 2019, a cui hanno partecipato numerose organizzazioni (vedasi il report della riunione), accettando l’invito di Arci, Anpi, Cgil, Legambiente e Libera, per discutere sul «  che fare » a seguito dei drammatici eventi che hanno visto la popolazione curdo-siriana attaccata dall’esercito turco.

In quella riunione, vi è stato un ampio consenso, nel convergere, sulla necessità di affrontare questa ennesima guerra che coinvolge le popolazioni della Siria e della regione medio orientale, con una iniziativa che andasse oltre alla chiamata dell’emergenza.

Abbiamo quindi pensato di costruire una Piattaforma o Manifesto per un impegno comune a favore della pace in Siria ed in Medio Oriente. Un documento di intenti rivolto alla politica, alle istituzioni ed all’opinione pubblica, che speriamo possa trovare il consenso e l’adesione di un grande spettro di organizzazioni e singole persone e richiamare alla mobilitazione, alla costruzione concreta di azioni di pace e di giustizia, di protezione e di consolidamento dei diritti umani.

E’ nostra intenzione portare questa Piattaforma in ambito europeo, coinvolgendo la società civile degli altri paesi membri dell’Unione Europea, ed in ambito mediterraneo, coinvolgendo associazioni, sindacati, intellettuali, rappresentanti di comunità dei paesi e delle popolazioni vittime delle guerre, delle repressioni e delle ingiustizie, dal Marocco allo Yemen.

L’adesione alla Piattaforma è un primo passo, a cui vorremmo far seguire azioni conrete di mobilitazione e di sostegno alla costruzione della pace. La sfida è quella di mantenere viva ed attiva la mobilitazione della società civile contro le guerre e le ingiustizie. Un impegno che necessità la presenza e l’aiuto di tutti.

In questo spazio ospiteremo le proposte, i suggerimenti, le riflessioni, di chi vorrà impegnarsi per la pace in Medio Oriente, lavorando insieme, aggiungendo qualcosa di nuovo a ciò che già ognuno di noi sta già facendo. Sarà uno spazio di informazione, di coordinamento e di mobilitazioni.

Proviamoci.

Sergio Bassoli

Franco Uda

retedellapace.it